Uso dei video nel marketing? Vince chi lo fa dentro al buyer’s journey

La creazione di video da utilizzare per le azioni di marketing non è così difficile come sembra e sicuramente vale la pena investirci il vostro tempo. Perché? Perché, usando video nel vostro marketing, potete aumentare i tassi di conversione fino al 65% , che poi è il motivo per cui stiamo vedendo un aumento del consumo di video per i social media e per le demo di prodotto. Ma come si fa a creare i video giusti e quale strategia di marketing è necessaria implementare per avere il maggior impatto sulla vostra attività?
Semplice, focus sul buyer’s journey. Creando e utilizzando diversi tipi di video in ogni fase del viaggio del compratore, il singolo contributo visivo si tradurrà in più impegno lungo ogni fase, in promozione del marchio, in aumento della fiducia e della leadership di pensiero e, in ultima analisi, i clienti si attaccano al vostro marchio!
I video nel Marketing

I video nel Marketing sono diventati essenziali. Purché ancorati al buyer’s journey. Non resta che capire cosa sia questo “buyer’s journey”. Secondo la definizione ufficiale del Marketing Inbound, si tratta “del processo di ricerca che percorre ogni persona prima di una qualsiasi ordine o acquisto che si conclude con la decisione di acquisto” passando dalla:

  • Consapevolezza che esista un problema
  • Considerazione che esistano delle soluzioni
  • Decisione di procedere attraverso una precisa strada dettata da una precisa azienda

A questa premessa si deve aggiungere che il 51,9% dei professionisti del Marketing in tutto il mondo considerano i video come il tipo di contenuto con il miglior ROI. Questo significa che da oggi c’è una nuova regola aurea circa i video nel Marketing: dovete crearne di diversi tipi per ogni fase del viaggio del compratore. La vostra azienda ha bisogno di avvicinarsi al compratore e l’unico modo di farlo è seguirlo passo dopo passo nel suo personale viaggio. L’immagine in apertura spiega benissimo come i video possano contribuire in ogni fase del buyer’s journey ad incrementare le conversioni perché sono in grado di:

      1. Aumentare l’impatto SEO dei vostri contenuti educativi ed informativi;
      2. Ottimizzare i vostri video per ogni fase del viaggio del compratore e i contenuti su misura per aumentare il coinvolgimento e l’attivazione di marca;
      3. Tracciare dove sono le prospettive di conversione dei vostri video;
      4. Migliorare i contenuti video ed aggiungere altri video come necessario per contribuire a sostenere la crescita della vostra conoscenza;

Non dimentichiamoci, poi, che i video sono anche in grado di aiutare a raggiungere un coesa esperienza visiva del marchio attraverso i vostri sforzi di marketing e PR e a supporto del lavoro dei venditori. Tutte queste azioni messe insieme nell’ordine che richiede il buyer’s journey vi porteranno a risultati insperati con comunicazioni passate. Ecco alcuni preziosi esempi di video nel Marketing sulle tre fasi:

  • Consapevolezza
    Sostiene la coscienza dell’acquirente sul fatto che esiste un problema che o non percepiva come tale o percepiva in modo non attivo. La funzione del visual, in questo caso, è a tutti gli effetti quella di un riflettore su un certo specifico item, un po’ come faceva la stampa negli anni 30 ma con tutti i vantaggi tecnologici di questa era moderna;

  • Considerazione
    Aiuta la ricerca dell’acquirente a trovare una soluzione al problema scoperto nella fase precedente anche grazie alla fruizione di video che presentano diverse opzioni. Ora che i potenziali acquirenti sono consapevoli del loro problema ed hanno utilizzato il video per aiutarli a riconoscerli come tale, hanno bisogno di una soluzione;

  • Decisione
    Tecnicamente si tratta dei video più importanti perché finalizzano il viaggio che ormai ha saputo abbassare le difese cognitive e ha saputo guadagnare la fiducia dell’acquirente. Scoperto il problema ed analizzate le diverse opzioni per risolverlo, è l’ora della ribalta dell’azienda che quelle soluzioni prescelte le propone in prima persona al centro degli occhi dei buyers.

In conclusione, per sfruttare al massimo le potenzialità dei video nelle varie fasi del buyer’s journey, suggeriamo di usare player video che consentano di compiere azioni di marketing, quali lead generation, iscrizioni a newsletter e altre novità del momento tipo WISTIA.

Questo post è ispirato a “HOW TO USE VIDEO IN EACH STAGE OF THE BUYER’S JOURNEY” via Hubspot